Sono nata a Barga (Lucca) nel 1972 e risiedo a Milano.

L’ attività lavorativa

 

Lavoro nel mio studio privato come psicologa e psicoterapeuta con bambini, adolescenti e adulti, con questi ultimi sia in setting individuale, sia di coppia, sia di gruppo. Nel lavoro di gruppo mi avvalgo delle metodologie attive, ispirate allo Psicodramma Moreniano e alla Comunicazione Psicocorporea.

Mi  occupo di percorsi di psicoterapia psicoanalitica, di supporto alla genitorialità e di consulenza psico-pedagogica.

Nel passato ho lavorato in Istituzioni pubbliche e Cooperative Sociali, seguendo  minori, famiglie, adulti e gruppi di adulti.

In particolare ho svolto l’attività di terapista di Comunicazione Psicocorporea presso un Servizio di N.P.I.A., Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza, della provincia di Varese, (2000-2007), che mi ha permesso di incontrare bambini con gravi problematiche psichiche. Essi mi hanno insegnato l’importanza del contenimento, dell’attendibilità che genera fiducia e nasce dal coinvolgimento continuativo e dalla disponibilità a mettersi in discussione. Grazie alla competenza e alla disponibilità dei miei colleghi è stato possibile attuare lavori di rete e d’equipe che interessavano il piano educativo, clinico e riabilitativo, coinvolgendo le scuole e i Servizi Sociali territoriali. Ho verificato come il  lavoro di rete sia fondamentale per ri-costruire o costruire l’integrazione psichica là dove essa è seriamente compromessa e ciò orienta tuttora la mia modalità lavorativa.

Sono stata consulente psicologa in un Servizio di Tutela Minori della provincia di Varese, (2006-2009), entrando in contatto con persone che avevano per decreto l’obbligo di intraprendere percorsi di sostegno alla genitorialità e/o terapeutici per sé e per i figli. Questa esperienza ha confermato in me l’importanza che il soggetto investa con una propria motivazione il percorso propostogli, indipendentemente da come esso abbia avuto inizio, e la necessità di dedicare tempo e cura affinché ciò avvenga. Credo sia una condizione indispensabile affinché possa avvenire una trasformazione migliorativa della relazione fra genitori e figli, progetto che, nei limiti del possibile, continuo a perseguire nella mia attività terapeutica.

Ho prestato servizio in un Centro Famiglie di Milano come consulente psicologa e psicoterapeuta (2009-2014), dove ho approfondito il lavoro con i migranti.

Sono stata consulente psicologa presso un C.D.D., Centro diurno per disabili, in provincia di Milano, con l’incarico di promuovere e condurre cicli di incontri di gruppo per i familiari degli adulti afferenti al C.D.D. medesimo, entrando così in contatto con le problematiche legate alla disabilità.

Mi sono occupata e mi occupo di supervisione a Comunità Educative per minori e di formazione, rivolta in particolare a operatori coinvolti nelle relazioni di aiuto.

Attualmente insegno, con una collega, Psicologia Generale e Sociologia presso Soma, Istituto di Osteopatia Milano, per il corso full time di osteopatia. Per nostra scelta il corso ha un taglio teorico-esperienziale e io mi interesso prevalentemente della parte esperienziale.

Sono socia fondatrice di A.P_Re.

 

La formazione

 

Mi sono laureata in psicologia, con indirizzo clinico e di comunità, presso l’Università degli Studi di Padova.

Precedentemente mi ero formata come terapista di Comunicazione Psicocorporea, attraverso un percorso quadriennale con la dott.ssa Maria Antonietta Bevilacqua Viganò. La Comunicazione Psicocorporea è una prassi relazionale che dà rilievo ai bisogni espressivi e all’attitudine creativa del paziente ed è fondata sul gioco, il quale è inteso comprendere tutto l’agire (intenzionale e non) e in grado di esprimere lo stato dell’essere. Ero interessata a lavorare con i bambini con difficoltà emotivo-relazionali e/o di apprendimento. Mi aveva colpito poter utilizzare un approccio in continuità con la loro modalità espressiva preferenziale (il gioco) e il considerarli nella loro unità psico-mental-fisica in rapporto ad un ambiente relazionale.

Ho successivamente approfondito tale formazione, partecipando a gruppi di studio, ma soprattutto avvalendomi della supervisione e di un ulteriore lavoro di analisi psicocorporea con la dott.ssa Bevilacqua Viganò.

Ho  fatto più di un’esperienza di analisi personale.

Mi sono specializzata alla Scuola di Formazione in Psicoterapia Gruppoanalitica presso l’I.G.A.M. – Istituto di Gruppoanalisi di Milano della Società di Gruppoanalisi Italiana. Ho scelto questo percorso perché l’ho ritenuto in continuità con la Comunicazione Psicocorporea, in quanto considera l’individuo un essere di relazione e il sintomo come segno che rimanda a una molteplicità di significati, imprescindibilmente soggettivi, contenenti una speranza di cambiamento.

Penso che la mia esperienza di figlia di ‘migranti’, anche se di migrazione interna, abbia influenzato la mia scelta di confrontarmi con culture diverse e di seguire un corso annuale di formazione in Clinica Transculturale, promosso dalla Cooperativa Sociale Crinali Donne per un mondo nuovo A.R.L. Onlus.

Questa esperienza formativa mi ha aiutato non solo ad accogliere meglio i migranti con cui ho lavorato e lavoro, ma anche a dare maggiore rilievo alla specificità culturale di cui ogni persona è portatrice per la sua appartenenza familiare e sociale.

L’esperienza e l’interesse per i linguaggi non verbali e per l’individuo inteso come complessità psico-fisico-sociale mi ha avvicinato allo Psicodramma Moreniano e alle Metodologie Attive da esso derivate. Mi sono specializzata come conduttore di gruppo con Metodologie Attive presso il Centro Studi di Psicodramma e Metodi Attivi di Milano. Sto continuando ad approfondire lo Psicodramma Moreniano, che ritengo una metodologia particolarmente efficace sia in campo formativo sia clinico.

Nel tempo ho proseguito e proseguo a formarmi tramite lo studio, la partecipazione a corsi, seminari, conferenze e convegni, supervisioni individuali e di gruppo con diversi psicoanalisti e covisioni cliniche. In A.P_Re., mantengo viva la passione per la  psicoanalisi relazionale e il suo approfondimento.